Modificare i dati

Se i vostri dati sono in DXF, li convertiremo nei nostro programma nel nostro programma di design pannello frontale Target 3001!.

I nostri operatori CAM verificano la veridicità dei dati e ne realizzano un programma per l’elaborazione automatica della fresatrice CNC e per l’eventuale stampa o incisione.

Fresatura

Con il programma di foratura e fresa realizzata, il materiale viene lavorato in modo personalizzato, secondo le specifiche della singola applicazione sulla fresatrice CNC.

Stampa

Per la stampa si possono utilizzare 2 metodi diversi.

Nella stampa digitale, la piastra fresata viene stampata con una tecnologia a getto di inchiostro e l’inchiostro viene fissato a 120°C. Diversi colori e gradazioni di colore non costituiscono alcun problema.

Con stampa UV, l’inchiostro viene fissato con una lampada UV. In tal modo, sulla piastra viene a crearsi uno strato nuovo, visibile e percepibile. Con questo procedimento, oltre ai soliti colori e alle solite gradazioni di colori, è possibile stampare anche in bianco.

La stampa UV viene utilizzata per stampe in bianco e anche stampe su acrilico.

Incisione

Con incisione automatica, nel materiale viene inserita in profondità una punta per incisione da 0,3 mm.
In questo modo, si possono realizzare scritte, mentre non sono possibili strutture più complesse come loghi o immagini.

La cosiddetta incisione laser viene impiegata con alluminio anodizzato colorato.
Con un raggio laser mirato, soltanto viene rimosso soltanto l’anodizzazione colorata della piastra.
L’alluminio che si trova al di sotto rappresenta il contrasto con l’anodizzazione e rappresenta quindi la scritta. Utilizzando questo metodo, è possibile realizzare anche immagini, loghi monocromatici, etc.
Poiché alla piastra non viene aggiunto nulla, bensì viene soltanto tolto, questo tipo di scrittura è assolutamente resistente a qualsiasi tipo di influsso esterno.

Inserimento di bulloni e filettature

A partire da uno spessore di 2 mm è possibile inserire bulloni filettati e boccole filettate nella piastra.

A tale scopo, durante la lavorazione meccanica, viene prevista una fresatura di profondità, in cui successivamente vengono inseriti gli inserti in modo idraulico-pneumatico. Mediante la pressione nell’alluminio, si raggiunge un calafataggio importante, contro lo spostamento assiale e la resistenza tensionale molto elevata.

A partire da uno spessore di 2,5 mm i bulloni e le boccole inserite non sono più riconoscibili.